Blog

AMARE SE STESSI (Parte 3)

Introduzione: amare se stessi

Benvenuto in questa terza parte della miniserie sui genitori: come guarire e integrare il rapporto con i genitori e di quanto sia importante amare se stessi. Questo articolo è a parer mio estremamente importante. Fino ad’ora abbiamo visto che la cosa più importante è intraprendere un percorso di guarigione interiore. Per guarigione interiore intendo proprio iniziare a provare un amore incondizionato nei nostri confronti. L’amore per noi stessi andrà a guarire qualsiasi cosa nella nostra vita e questo è il concetto più importante.

Puoi guardare anche il mio video

In questo terzo articolo vorrei condividere i 3 rischi che corri se non intraprendi questo percorso di amore verso te stesso. Inoltre, vorrei anche condividere quello che secondo la mia opinione, dovrebbe essere l’obiettivo da raggiungere nella tua vita e infine, vorrei darti 3 consigli pratici su che cosa fare nel concreto. Iniziamo subito!

3 GRANDI RISCHI

Vediamo insieme i rischi principali che puoi correre se non inizi ad amare profondamente te stesso. Sono in realtà dinamiche molto comuni in cui sicuramente ti sarai imbattuto. Quindi spero che portando un po’ di luce, tu possa iniziare a lavorarci ed evitarli per il tuo futuro.

  • 1. Ripetere gli errori della tua famiglia

genitori e figli

Il primo rischio è quello di ripetere il ciclo negativo e tossico della tua famiglia. Faccio una premessa. I miei video e articoli sono improntati principalmente per giovani, ma anche persone più adulte che hanno problemi in famiglia, ma ovviamente non è per tutti così. Il rischio di ripetere quello hanno fatto i tuoi genitori con te è una cosa quasi meccanica. Nel senso che nel momento in cui cresciamo così, andiamo a integrare quella voce interiore e iniziamo ad essere noi a criticare gli altri. Senza rendercene conto, in futuro con il nostro partner, i nostri figli o i nostri colleghi, passeremo queste stesse credenze. Diventeremo esattamente uguali a loro. Questo è un rischio grandissimo che va appunto evitato, facendo un lavoro di guarigione interiore e iniziando ad amare se stessi.

Se ad esempio, hai avuto dei genitori violenti, o con problemi di alcol e sostanze, oppure genitori negativi, o che hanno avuto problemi economici, problemi relazionali, eccetera. Se non prendi tu il controllo della tua vita e non decidi di tagliare questo ciclo generazionale, diventerai anche tu nello stesso modo. Mentre se decidi consapevolmente e attivamente di guarire quei comportamenti, quelle ferite e quelle credenze e di rieducarti, puoi davvero cambiare il tuo futuro. E cambierai anche le generazioni a venire. Scegli di guarire e di cambiare credenze, adotta consapevolezze diverse. Questo è il primo rischio e la cosa bella è che puoi evitarlo, semplicemente scegliendo di guarire.

  • 2. Attrarre inconsapevolmente relazioni tossiche

relazioni tossiche

Il secondo rischio è quello di attrarre inconsapevolmente, perché molto spesso avviene a livello inconscio, relazioni tossiche, distruttive, disfunzionali. Queste relazioni andranno a rovinare la nostra vita, se non facciamo questo lavoro. Magari sono cresciuto in una famiglia disfunzionale, con credenze negative, oppure ho perso uno dei miei genitori, o sono stato violentato o picchiato. Se non guarisco questa ferita, è quasi garantito che avrò problemi nelle mie relazioni future. Semplicemente perché la figura paterna e materna e il contesto familiare in generale, diventano poi uno specchio nella nostra vita adulta.

Le nostre relazioni esteriori, sono uno specchio delle dinamiche familiari e questa è una teoria molto diffusa. Se non fermiamo questo ciclo, diventiamo degli adolescenti, intraprendiamo le prime relazioni, i primi amori, le prime amicizie anche, o il primo direttore di lavoro. Ogni tipo di relazione, sarà uno specchio delle nostre disfunzioni familiari. La cosa che accade più frequentemente, è trovare persone che vanno a distruggere ulteriormente la nostra vita. E questo avviene a livello inconscio sia da parte tua, sia dalle persone con cui ti relazioni. A volte persone persone di cui ci innamoriamo follemente, ci rovinano la vita, oppure possono tamponare le nostre ferite.

E quando ce ne rendiamo conto ci chiediamo “Ma perché continuo ad attrarre questo tipo di persone tossiche, io sono una persona buona, do amore eppure, ho soltanto relazioni che mi fanno del male“. Ricordiamoci che se accade questo, la vita ci sta dicendo quello che dobbiamo vedere del nostro mondo interiore. Se continuiamo ad attrarre queste persone, la vita ci sta dicendo molto su quello che dobbiamo fare dentro di noi, perché amare se stessi è alla base di ogni relazione. Questo è un punto molto importante ed è fondamentale prenderne coscienza. Guarendo e iniziando ad amarci, potremo finalmente attrarre relazioni sane, di ogni genere.

  • 3. Rovinare la nostra vita a causa del passato

guarigione emotiva

Il terzo rischio è quello di sprecare o rovinare la nostra vita a causa del nostro passato, o dei nostri genitori, o della nostra famiglia disfunzionale. Per cui secondo la mia opinione, se non ci prendiamo del tempo per capire bene le dinamiche e per capire perché oggi abbiamo questi problemi, con il tempo inizieranno a diventare sempre più grandi. Immagina di avere un taglio in un braccio, fai finta di niente e vai a giocare, ti rotoli nella terra, la ferita fa infezione e nel giro di qualche hanno magari devono amputarti un braccio, che già è una guarigione. Ma nel giro di qualche anno potresti morire per un’infezione che poi prende tutto il corpo.

E la stessa cosa vale per le ferite emotive, l’approccio è lo stesso. Se non guariamo i problemi del passato, oppure se sentiamo un malessere o un vuoto interiore, continuiamo a ignorarlo per anni e si tramuterà in ansia o depressione. L’ansia è sempre stato il mio segnale per farmi capire che c’era qualcosa che non andava dentro di me. E’ il mio campanello d’allarme. E lo è per molte persone, mentre altre persone attraggono incidenti, problemi fisici, eventi negativi. Una volta mi è capitato di non riuscire a respirare bene per qualche mese. Il mio corpo mi stava facendo capire che c’era un problema che non vedevo, addirittura mi formicolava il mignolo della mano. E nessuno riusciva a fare una diagnosi, finché non ho conosciuto una terapeuta con un approccio più olistico e mi ha fatto capire che questi erano segnali che vanno presi in considerazione.

Se non ascoltiamo i nostri campanelli d’allarme, ecco che cadiamo in depressione, magari iniziamo a prendere psicofarmaci e spegniamo la nostra anima. A volte possono essere utili, ma devono essere degli strumenti per guarire e farci tornare alla normalità. Molto spesso però ne abusiamo e a quel punto non sentiamo più niente, diventiamo totalmente apatici. In questo articolo ad esempio, condivido la mia opinione sugli psicofarmaci, puoi leggerlo cliccando qui. 

Ho fatto anche un video in cui parlo dello psicologo Jordan Peterson e della sua esperienza con gli psicofarmaci

In questo terzo rischio è compresa anche la possibilità di diventare apatici andando avanti nel tempo, il rischio di non sentire più gioia, né dolore. Possiamo iniziare ad avere problemi sul lavoro, quindi problemi economici, che rispecchiano sempre le false credenze che abbiamo dentro di noi. Per arrivare poi alla parte più delicata, ovvero il suicidio. Ricevo tante email e tanti messaggi anche giovani, che pensano di arrivare a questo gesto estremo. Ho girato un video che parla proprio di questo, se ti va di guardarlo, anche se mi rendo conto che è forte.

Ma la realtà dei fatti è che i media mostrano ogni giorno quante persone muoiono di Coronavirus, ma non parlano delle migliaia di persone che tutti i giorni si tolgono la vita. E molto spesso accade proprio quello di cui stiamo parlando. Problemi dell’infanzia che non sono mai stati affrontati e guariti, che hanno infettato prima una parte del corpo, per poi prendere il sopravvento e arrivare al suicidio. Quasi sempre c’è un legame con le dinamiche familiari. Per cui, se ti rendi conto che stai prendendo quella strada, sei in tempo per rendertene conto, invertire la rotta e intraprendere un percorso di guarigione. Ricordiamoci che il mondo esterno è lo specchio del nostro mondo interiore e per questo è davvero fondamentale imparare ad amare se stessi e a cambiare le false credenze.

Avrei ancora tantissime cose da dire, ma direi di fermarmi qui per oggi. Uscirà a breve la quarta ed ultima parte di questa miniserie sui genitori. Per concludere: se non ci prendiamo cura di tutto questo, il rischio è quello di non diventare mai adulti. Anche questa è una cosa davvero diffusa nella nostra società, soprattutto in Italia. Se non guariamo il rapporto con i nostri genitori, rischiamo di restare per sempre dei figli. E’ ovvio che lo saremo sempre, ma a livello emotivo non trascendiamo mai i nostri genitori e non diventiamo mai indipendenti. Anche a cinquant’anni, a livello emotivo potremo non essere ancora adulti. Se non abbiamo mai intrapreso questo percorso di guarigione per amare i nostri genitori per quello che sono, senza sentirci inferiori a loro e senza portare rancore, resteremo eterni bambini.

A volte siamo vincolati anche fisicamente ed economicamente. Quindi spero che questo articolo ti abbia fatto comprendere l’importanza di questo lavoro di guarigione per le ferite del passato e quanto sia importante iniziare ad amare se stessi. E spero ti abbia fatto anche rendere conto dei rischi che possono accadere se non ti prendi la responsabilità di intraprendere questo percorso.

Puoi guardare anche la parte 1 e la parte 2 di questa miniserie.

LE GUIDE:

► (E-book) BUSINESS DIGITALE: Come creare un business Online di Coaching & Consulenza https://gabri.life/ebook/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► THE BRIDGE

Se ti interessa lavorare online e creare la tua libertà, qui puoi trovare più informazioni sul mio training “THE BRIDGE” dove ti seguo passo-passo nel creare un tuo business online di Coaching & Consulenza: https://gabri.life/thebridge/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► CONSULENZA PRIVATA 1-1: https://bit.ly/34JfP55

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

INSTAGRAM ► Seguimi su Instagram per vedere ogni giorno le mie storie: https://www.instagram.com/gabri.way/

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio e a presto,

Gabri