Blog

JORDAN PETERSON: Psicofarmaci e la fuga dal dolore

Introduzione a Jordan Peterson

Non avrei mai pensato di scrivere questo articolo, ma dopo aver visto questo video di Jordan Peterson, sono rimasto profondamente toccato e ho pensato di condividere con te il mio punto di vista e la mia opinione su ciò che gli è accaduto.

Puoi guardare il mio video a riguardo

Se non hai mai sentito parlare di lui, ti consiglio di fare qualche ricerca online su chi è e sul suo lavoro. Jordan Peterson è fondamentalmente uno psicologo canadese, anche accademico. Ha tenuto molte lezioni all’università, sia in America, sia in Canada. È piuttosto famoso in tutto il mondo, a livello globale. Sul suo canale YouTube ha milioni e milioni di visualizzazioni, condivide video sulle sue lezioni e condivide soprattutto consigli di vita per i giovani. Questo è principalmente il suo target. Condivide consigli su come vivere, come approcciarsi alla vita, come sviluppare un carattere solido e stabile. Inoltre, è un grandissimo studioso di Carl Jung, un altro psicologo di cui parlo spesso.

A parer mio, Peterson è una persona straordinaria, un uomo davvero in gamba e ho imparato davvero tanto da lui. Ha scritto anche un libro molto famoso “Le 12 regole per la vita”, è stato tradotto anche in italiano e puoi trovarlo su Amazon. Lo trovo un personaggio molto profondo. È molto stimato e i suoi consigli sono ascoltati, seguiti e implementati da milioni di persone in tutto il mondo.

Poco più di un anno fa, Jordan Peterson è scomparso dal web, ha smesso di fare lezioni, video e interviste. Qualche giorno fa è ricomparso online con una video intervista diretta da sua figlia, nella quale racconta che fine ha fatto per tutto questo tempo.

Cosa è successo a Jordan Peterson?

Jordan Peterson

A causa di alcuni problemi familiari, ha iniziato ad assumere psicofarmaci. La moglie è stata colpita da un tumore e Jordan è caduto in uno stato depressivo. In realtà, durante l’intervista spiega anche che da anni assumeva psicofarmaci, a volte più lievi, altre volte più forti. Lui stesso ha dichiarato che dal 2016 ha iniziato questa terapia per gestire la sua ansia, gli attacchi di panico e varie disfunzioni psichiche.

In particolar modo però, da quando sua moglie si è ammalata ha introdotto l’assunzione di uno psicofarmaco molto più potente, che viene abbreviato in Benzo. Il nome intero credo sia Benzodiazepine. Da quando ha iniziato, la sua situazione è iniziata a peggiorare drasticamente e nell’ultimo anno e mezzo ha letteralmente vissuto nell’inferno. Ha sofferto di gravi problemi psichici, stava rischiando la morte ed è stato ricoverato in diversi ospedali psichiatrici. È stato legato fisicamente e ha subito una perdita della memoria temporanea, più volte.

È impazzito.

Jordan è stato anche sedato per diverso tempo e ha vissuto un periodo davvero devastante. Ascoltare la sua intervista è stato doloroso, davvero spiacevole. In questo momento si sta riprendendo e dichiara di stare meglio da due settimane circa, ma non si è ancora stabilizzato definitivamente. Dall’intervista si può intuire quanto sia estremamente provato e in difficoltà.

Il motivo per cui mi sento di scrivere questo articolo è perché sono estremamente grato a Peterson per essere riapparso sul web e aver condiviso quello che ha vissuto, soprattutto perché ci sono milioni di persone che lo seguono e lo stimano. È un grande punto di riferimento soprattutto per i giovani e tanti di loro prendono le sue lezioni di vita alla lettera.

Io personalmente lo ammiro e lo apprezzo davvero tanto, soprattutto dopo aver letto il libro di cui ti parlavo prima “Le 12 regole per la vita”, che puoi acquistare cliccando qui. Lo ammiro soprattutto per il coraggio che ha dimostrato rendendo pubblica questa intervista.

Il messaggio di Jordan

Peterson

Quello che vuole trasmettere attraverso la sua storia è un messaggio forte e chiaro:

State davvero attenti agli psicofarmaci.

Ovviamente ne esistono diverse tipologie, alcuni più leggeri, altri più pesanti, però in generale bisogna fare attenzione. Nell’intervista è molto chiaro quanto sia provato da questa esperienza. Dice “Ho rischiato di morire, sono stato fortunato, ma non ne sono ancora uscito. Sto ancora male e non so se riuscirò a superarlo definitivamente”.

Sentire queste parole da uno psicologo, da una persona che ha avuto un impatto importante sulla vita di milioni di persone, riguardo proprio la salute mentale e la psicologia, è toccante. Per tanti anni ha dispensato consigli di vita, soprattutto psicologici e ora è completamente vittima della sua psiche e degli psicofarmaci.

Ci tengo a ringraziarlo, perché condividere questo messaggio richiede davvero tanto coraggio. Per cui nel mio piccolo vorrei dire a te, con il cuore, che se ti trovi in una situazione di difficoltà, stai molto attento. Non buttarti nell’assunzione di psicofarmaci, perché poi si va a giocare, toccare e destabilizzare l’equilibrio chimico del nostro cervello.

Lui ne è la prova vivente.

Al giorno d’oggi, tanti psichiatri prescrivono psicofarmaci con una facilità estrema, con una facilità devastante e disarmante e molto spesso non si rendono conto di rovinare la vita delle persone. Come dice anche Jordan Peterson, a volte possono rivelarsi utili nel breve periodo per alleviare una situazione di stress estremo. Ma possono rivelarsi letali se utilizzati nel medio-lungo periodo. Possono rendere apatici, in modalità “zombie” per il resto della vita.

È incredibile come al giorno d’oggi per un po’ di ansia, per aver perso il lavoro, per un lutto in famiglia, o per qualsiasi disfunzione psichica anche minima, vengano prescritti psicofarmaci con tanta facilità. Proprio qualche giorno fa mi è capitato di parlare con una cliente che mi ha raccontato la sua esperienza. Mi ha spiegato che la sua psicologa le ha prescritto questi medicinali dopo essersi accordata con uno psichiatra e successivamente si è completamente lavata le mani della sua situazione. Non l’ha più contattata, non si è più fatta sentire e ora, a distanza di diversi mesi, la mia cliente si è liberata dagli psicofarmaci da sola, senza nessun aiuto.

psicofarmaci

È estremamente rischioso utilizzare queste sostanze chimiche.

Per cui non voglio demonizzare gli psicofarmaci, perché in alcuni casi possono essere utili, però la lezione di Jordan Peterson in questo caso ci insegna a fare veramente attenzione. Quando sentiamo questo dolore che ci trasmette ansia e depressione, esistono altri metodi per stare bene. Magari parlando con un terapeuta, iniziare a sentire questo dolore come un’opportunità, come un campanello dall’arme.

La vita ti sta dicendo “c’è qualcosa che non va dentro di te, c’è qualcosa da guarire e anziché cercare di tamponarlo con delle sostanze chimiche che ti rovineranno la vita, forse c’è qualcosa di più grande”.  È la vita, o Dio, che vuole comunicarci che dovremmo intraprendere un percorso interiore di guarigione, anziché correre a sopprimere con delle sostanze chimiche.

Vista la situazione così delicata, sono del parere che nei prossimi mesi e nei prossimi anni vedremo sempre più instabilità a livello lavorativo, sociale, economico e relazionale. Ci sarà tanto caos. E sarà altrettanto facile pensare di trovare una soluzione facile, farci prescrivere dei medicinali per tenere a freno la sensazione di malessere. La porta di ingresso può essere estremamente facile da raggiungere, ma è davvero difficile uscirne.

Jordan Peterson è la dimostrazione vivente di questo. Puoi guardare il video della sua intervista:

La mia esperienza

Ho già fatto altri video e articoli sugli psicofarmaci, ma secondo la mia umile opinione (non sono uno psicologo e nemmeno uno psichiatra), secondo la mia esperienza posso dirti che sono stato a un passo dall’assunzione di psicofarmaci, avevo una forte depressione e quando ero in Thailandia, a inizio 2017 ho girato proprio un video sulla crisi che stavo vivendo.

In quel periodo ho consultato una psichiatra che mi ha dato alcuni consigli e mi ha prescritto questi medicinali che ho preso per qualche giorno, ma il mio intuito mi diceva che stavo andando nella direzione sbagliata e stavo imboccando una strada utile e piacevole nel breve termine, ma distruttiva nel medio-lungo termine.

E ricordo come fosse successo ieri, che una mattina mi sono alzato, ho preso i miei farmaci e prima di uscire di casa e iniziare la mia giornata, sono andato in bagno e li ho buttati nel water. Sembra una scena da film, ma è andata esattamente così. Sono estremamente grato al mio intuito per avermi permesso di salvarmi. Li avevo assunti solamente per due giorni e non erano quindi entrati in circolo nel mio organismo. Ho deciso di farcela da solo, da solo nel senso che ho avuto il coraggio di chiedere aiuto psicologico e di lavorare sulla mia sofferenza.

Volevo entrare dentro di me, vedere le mie paure e il mio lato oscuro e questa è stata la svolta che ha migliorato la mia vita drasticamente. Non so dove sarei ora se avessi continuato ad assumere psicofarmaci e non dico che questa sia la strada giusta, semplicemente condivido con te la mia esperienza personale. Prima di seguire uno psichiatra a occhi chiusi e intraprendere quel determinato percorso, pensa e prova a cercare prima delle soluzioni alternative, magari confrontandoti con un terapeuta e calibrando le tue scelte.

Mi auguro con tutto il cuore che questa persona incredibile, Jordan Peterson, possa riprendersi presto e possa tornare ancora più forte di prima. Soprattutto spero che il suo dolore possa essere un messaggio per entrare e affrontare la sofferenza, anziché scappare e rifugiarsi dietro a sostanze chimiche.

Ti consiglio di leggere anche il mio articolo sugli Psicofarmaci, puoi leggerlo cliccando qui.

LE GUIDE:

► (E-book) BUSINESS DIGITALE: Come creare un business Online di Coaching & Consulenza https://gabri.life/ebook/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► THE BRIDGE

Se ti interessa lavorare online e creare la tua libertà, qui puoi trovare più informazioni sul mio training “THE BRIDGE” dove ti seguo passo-passo nel creare un tuo business online di Coaching & Consulenza: https://gabri.life/thebridge/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► CONSULENZA PRIVATA 1-1: https://bit.ly/34JfP55

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

INSTAGRAM ► Seguimi su Instagram per vedere ogni giorno le mie storie: https://www.instagram.com/gabri.way/

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio e a presto,

Gabri