Blog

COME AMARE SE STESSI (Parte 4)

Introduzione a come amare se stessi

Siamo arrivati alla quarta ed ultima parte della miniserie sui genitori. In questa ultima parte vorrei condividere 4 passi estremamente pratici e concreti per guarire il rapporto con i genitori e iniziare a capire come amare se stessi. Ovviamente non tutti per fortuna hanno un rapporto tossico e disfunzionale con i propri genitori, ma se ti ritrovi in questa categoria, leggi fino alla fine.

Oltre a condividere dei consigli per guarire questa relazione, ma soprattutto voglio condividere dei passi fondamentali per intraprendere un percorso di amore profondo verso te stesso, un percorso per diventare il genitore amorevole di te stesso. Tante persone dopo aver seguito la parte 1, 2 e 3 della miniserie, mi hanno chiesto di parlare proprio di cosa fare concretamente per risolvere questa situazione e iniziare ad amare se stessi.

Puoi guardare anche il mio video

Ti consiglio, se non l’hai già fatto, di guardare i video o leggere i miei articoli precedenti di questa miniserie.

Ecco i link: Parte 1Parte 2 Parte 3

Questa a parer mio, è la tematica più importante in assoluto nella società attuale e nella vita di molte persone. Credo sia davvero fondamentale affrontarla e implementarla e ti invito a prendere questo articolo con la massima serietà. Questa potrebbe essere la tua opportunità e merita tutta la tua attenzione. Se questa tematica ti tocca e vivi delle dinamiche difficili con i tuoi genitori, concentra il tuo focus su questo articolo o sul mio video. Anzi, prendi carta e penna e prendi appunti. Fai gli esercizi che condividerò con te e metti in pratica i miei consigli.

E’ davvero un lavoro, un po’ come andare in ufficio, per cui prendilo con serietà perché il lavoro interiore, la guarigione richiede lo stesso impegno di un lavoro. Ci tengo anche a dire un’ultima cosa. Onestamente, potrei prendere questi video e questi articoli, impacchettarli in un corso e venderlo a pagamento. L’ho già fatto in passato con contenuti riguardanti altre tematiche. Potrei vendere questo corso a 297 euro ad esempio, considerando che sicuramente almeno 100 persone acquisterebbero il corso, tenendo conto delle visualizzazioni e della conversione in clienti paganti. Per cui guadagnerei circa 30 mila euro, o anche più, con le persone che ipoteticamente acquisterebbero il mio corso. E pagando, sicuramente otterrebbero risultati perché seguirebbero alla lettera i miei consigli.

Sarebbero felici perché cambierebbero le loro vite e io sarei felice perché ci ho guadagnato e perché ho reso felici delle persone. Io voglio condividerle gratuitamente, per cui hai il dono di poter ricevere queste informazioni gratuitamente. Però devi veramente metterle in pratica, guarire e iniziare ad amare te stesso. Ricordiamoci che la mente dell’essere umano purtroppo funziona così: quando paghiamo qualcosa con i nostri soldi, che ci siamo sudati, ci concentriamo, studiamo, ce ne prendiamo cura. Mentre invece quando si tratta di informazioni gratuite, non le prendiamo seriamente, ascoltiamo senza implementare, nonostante potrebbero essere le stesse informazioni.

Spero che tu capisca questo concetto perché potrebbe cambiarti la vita.

Ad esempio, quando andavo in terapia i primi tempi (vado tutt’ora), non avevo soldi, per cui ogni seduta era un investimento per me. Lavoravo in discoteca dalle dieci di sera fino al mattino, per guadagnare 60 o 70 euro e quei soldi sudati, se ne andavano in un’ora di terapia. E in quell’ora io cercavo di assorbire il più possibile, appena uscivo salivo in macchina, scrivevo appunti e studiavo tutti i ragionamenti fatti insieme. Questa premessa per dirti di dare importanza a questo tipo di video e articoli, non soltanto miei ovviamente.

Vediamo ora i 4 passi pratici per guarire una relazione disfunzionale con i genitori e iniziare ad amare se stessi. Questo è l’obiettivo: capire come amare se stessi e accettarsi profondamente.

  • 1. CONOSCENZA

amare se stessi

Il primo passo è la conoscenza. La conoscenza è vitale, perché quando iniziamo a conoscere qualcosa e iniziamo a portare luce su quell’argomento, arriva poi la comprensione di quella tematica Quindi, quando iniziamo a conoscere noi stessi, i nostri genitori, le dinamiche familiari, le dinamiche fra noi e i nostri genitori, iniziamo anche a comprendere queste cose. L’opposto di conoscenza è ignoranza. Ignoriamo queste dinamiche, ignoriamo noi stessi, i nostri genitori, il loro passato e i loro atteggiamenti. E ignorando queste situazioni, continuano a dettare la nostra vita in modo subconscio. Siamo passivi a queste dinamiche, siamo vittime.

Diciamo che siamo depressi e che veniamo giudicati, soltanto perché non capiamo le dinamiche. Dobbiamo iniziare a conoscere, per poi comprendere, perché grazie alla comprensione potremo prendere il controllo della nostra vita. Cosa possiamo fare? Iniziamo ad agire in modo più consapevole, sano e amorevole. La conoscenza è estremamente importante.

Ti faccio un esempio pratico che ci accompagnerà anche nei passi successivi.

Immaginati esattamente questa situazione. Hai la tua casa, vivi da solo, o con il tuo compagno e i tuoi figli. E i tuoi genitori, i tuoi fratelli, o comunque le persone che in questo momento reputi tossiche per la tua vita, da sempre, da quando sei nato, vengono a casa tua con dei sacchi di letame. Ti vengono a trovare, si chiacchiera, si sta insieme e al contempo, portano del letame e lo lasciano in casa tua. Tu sei cresciuto in questo modo, credi sia una cosa normale. E immagina che il tempo passa e il letame in casa tua continua ad accumularsi e inizia a puzzare. Ma tu nonostante la puzza che non ti fa star bene, pensi che sia tutto normale, perché le persone che portano il letame, sono le stesse che ti amano. Ci sono anche momenti estremamente belli e amorevoli ovviamente.

E questa è l realtà di tante famiglie. I nostri genitori ci amano e hanno fatto del loro meglio, però spesso questo amore è mischiato a della tossicità, o a del letame in questo caso. Per cui ogni volta che interagiscono con te, oltre all’amore, portano anche false credenze, paure, aspettative, critiche, eccetera. Ad oggi magari sei depresso, con problemi relazionali, problemi economici, problemi di ansia e non capisci quale sia il problema. E’ molto importante capire questo, perché se ti senti così, significa che le persone che ti amano, fino ad ora hanno portato tanti sacchi di letame in casa tua ed è fondamentale riconoscere questo. Perché altrimenti, questa condizione continuerà a dettare la nostra vita.

Il primo passo è conoscere la situazione attuale: i miei genitori hanno fatto tanto per me e mi hanno amato, ma allo stesso tempo hanno portato anche della tossicità nella mia vita. Questo deve essere chiaro e dobbiamo capire quali sono i comportamenti amorevoli e quali sono quelli tossici. Questo intendo per conoscenza. Se continuiamo ad essere ignoranti, saremo sempre passivi e continueremo a subire.

  • 2. PROTEZIONE

protezione

Nella seconda fase è davvero importante proteggerci da genitori tossici, negativi, che ti fanno sentire inadeguato. Perché ora hai chiara la situazione e hai capito le dinamiche. Se vuoi iniziare ad amare te stesso, devi proteggerti. Non permettere più che questa negatività e questo giudizio, questi secchi di letame continuino ad entrare in casa tua. Prima non lo sapevi, ma ora che sai, puoi impedirlo. Questa è una grandissima dimostrazione d’amore per te stesso. Inizia a proteggerti fisicamente, psicologicamente, emotivamente ed energeticamente. Se le persone vogliono venire a casa per dirci che ci vogliono bene, possono farlo, ma senza letame.

Puoi goderti i momenti piacevoli di relazione con i tuoi cari, ma creando dinamiche diverse. Poni dei limiti, decidi quali argomenti trattare e fai rispettare le tue scelte. Non fare più entrare quell’energia negativa nella tua vita. Molti di voi penseranno “Okay Gabri, tutto chiaro, ma io abito con loro. Non portano loro i sacchi di letame a casa mia, sono io un loro ospite e mi mantengono anche economicamente“. Ho la massima empatia verso questa situazione, che soprattutto in Italia, con la crisi economica è ancora più diffusa. E’ un disastro, perché invece di avvicinarci sempre di più all’indipendenza, continuiamo ad essere dipendenti. Il mio consiglio quindi è quello di porti come obiettivo, come unica priorità, di avere un minimo di indipendenza.

Trovare un lavoro, mettere da parte dei soldi per vivere da solo, oppure andare a lavorare all’estero. Mi rendo conto che fare un lavoro di guarigione all’interno di questo contesto, non è semplice. Se puoi, staccati dal contesto familiare. Molte persone invece non vivono una situazione così drastica, stanno bene in famiglia, con i propri genitori. E in questi casi, ben venga riuscire ad avere un buon rapporto con i genitori, ma possiamo fare comunque un percorso di rieducazione. Introdurre nuove conoscenze e trasformare le parti tossiche in strumenti di educazione. E’ straordinario! Perché un percorso di rieducazione può permetterti di continuare a stare con la tua famiglia e di vivere in un contesto familiare più armonioso. Ovviamente, per poterlo fare ci deve essere un’apertura mentale da parte dei genitori, che non è assolutamente scontata. La priorità è salvarti e crearti la tua indipendenza, dentro o fuori casa.

  • 3. RIPULIRE

amarsi

Dopo aver capito che per tutta la nostra vita, sono venuti in casa i nostri genitori a portarci amore, ma anche tanto letame. Il secondo passo è proteggerci da quella parte tossica. Poi arriviamo al passo numero 3: dobbiamo ripulirci da quel letame accumulato negli anni. Per letame intendo ovviamente un insieme di credenze limitanti, paure, giudizi, aspettative, manipolazione, eccetera. Spero che sia abbastanza chiaro. Ad ogni modo, il terzo passo è quello di ripulire la nostra casa, il nostro mondo interiore.

Prendiamoci cura dei nostri pensieri negativi e distruttivi, della nostra autostima, della sensazione di non essere abbastanza. E’ possibile ripulirci, ma ovviamente è un percorso che richiede tempo. Ci vuole pazienza ed è molto importante sottolineare che questo percorso non è facile affrontarlo da soli. Ricordiamoci che in tutti questi anni abbiamo integrato un dialogo interiore sbagliato e siamo noi stessi ad auto criticarci. Iniziare ad amare se stessi è fondamentale. Questo percorso è molto più semplice da fare con una persona specializzata in pulizia, ovvero psicologi, terapeuti, coach. Ci sono tante figure in grado di aiutarci.

  • 4. DECORARE

come amarsi

Dopo aver pulito casa, o anche contemporaneamente, possiamo iniziare a decorare la nostra casa. Possiamo farla a nostro piacimento, possiamo creare il nostro tempio, con un’energia amorevole, profumata. Abbiamo imparato a proteggerci, per cui non entrerà più letame. Possiamo goderci la nostra casa, portare credenze positive, pensieri positivi su di noi e sul nostro futuro. Abbiamo il potere di farlo. E qui sorge spontanea la domanda “Okay Gabri, ma come posso fare concretamente per realizzare i passi 3 e 4?

Ecco alcuni strumenti pratici per te

  • SUPPORTO 1-1

guarigione emotiva

Come dicevo poco fa, per fare questo lavoro di ripulita e di arredo, potrebbe essere davvero utile avere un supporto 1-1, con un consulente, o un terapeuta. Qualsiasi persona che abbia le competenze giuste per aiutarti in questo percorso andrà bene. So che non tutti hanno la possibilità economica per potersi permettere questo supporto e qui torna in gioco l’importanza di avere un minimo di indipendenza. Onestamente, ci sono anche tanti modi gratuiti per poter facilitare questo percorso. Metti in moto la tua mente per raggiungere l’obiettivo e sono sicuro che troverai qualcosa.

Io ad esempio, anni fa ho trovato a Milano terapia gratuita per un anno e mezzo. Avevo il desiderio di farlo e ho usato il mio intelletto, ho sfruttato tutte le mie energie per trovare una soluzione gratuita. Se invece hai la possibilità, ti consiglio di farti seguire da un coach o un terapeuta. Ricorda che trattandosi di relazioni umane, potresti non trovare al primo colpo la persona che fa per te, quindi non arrenderti subito, ma cerca il terapeuta adatto a te. Questo è uno dei metodi più efficaci, secondo il mio parere e la mia esperienza personale.

  • LEGGERE

leggere

Un altro metodo può essere quello di leggere. Se vuoi ripulire e arredare la tua casa, è il momento di leggere. Ci sono tantissimi libri a riguardo e possono aiutarti anche a concretizzare il passo 1, ovvero la conoscenza. Acquisire informazioni nuove è importantissimo. Ci sono dei libri incredibili, io ho trovato tanti libri soprattutto in inglese che mi hanno davvero aiutato. Leggi libri che possono arricchirti. 

  • VIDEO

Anche i video ad esempio su YouTube, possono essere un valido strumento. I miei video sui genitori ad esempio, ovvero quello che stai leggendo proprio ora, possono darti conoscenza, informazioni e anche un’energia che può permetterti di evolverti. Ovviamente non parlo soltanto dei miei video, in generale ci sono davvero tanti canali utili che a mio avviso possono essere davvero utili. Basta guardare cose negative, come le news ad esempio. Se vuoi guarire seriamente, decidi tu che cosa guardare e filtra soltanto le cose positive, quelle che arricchiscono la tua vita. Smetti di guardare notizie negative, che ti manipolano attraverso la paura.

Questi contenuti sono a tua disposizione in modo gratuito, devi soltanto andare a cercarli. Sono contenuti che possono aiutarti a ripulire casa tua per poterla arredare con amore. Dimostra di amare te stesso attraverso ciò che guardi, ciò che leggi e quello che consumi.

  • SCRIVERE

gestire le emozioni

Uno dei modi che amo di più e che a parer mio, è fra i più efficaci per imparare ad amare se stessi, è scrivere. SCRIVERE! Lo condivido spessissimo nei miei video e per me è stato uno strumento incredibile, che mi ha cambiato completamente la vita. E’ stato fondamentale per la mia evoluzione e guarigione e continuo tutt’ora. Scrivo per conoscermi, per guarire e per intraprendere un discorso amorevole con me stesso. E ti chiederai “Gabri, ma che cosa scrivo?

Di base consiglio due approcci principali. Scrivere affermazioni, funzionano alla perfezione. Sono state un po’ infangate nel mondo della crescita personale, ma a parer mio funzionano alla perfezione. Le credenze distruttive e limitanti che ci portano a credere di non essere abbastanza, sono affermazioni che ci portiamo dietro da quando siamo bambini. Il lavoro di riprogrammazione deve avvenire allo stesso modo e scrivere e ripetere affermazioni positive è un ottimo metodo. E’ il momento di cambiare queste affermazioni e scrivendole hanno ancora più impatto.

Sono una persona di successo – Posso diventare una persona ricca – Sono speciale – Sono una persona piena di abilità – Vivo nell’abbondanza – Sono intelligente 

Ce ne sono a migliaia. Inizia a scrivere e a pensare queste cose e vedrai che inizierà a cambiare la tua realtà, il mondo interiore. Ed essendo uno specchio del mondo esteriore, anche il tuo mondo esteriore cambierà. E’ un lavoro che dobbiamo fare noi però, è nostra responsabilità. Questo è un lavoro interiore fondamentale, è fondamentale capire come amare se stessi. 

Oltre alle affermazioni, è molto importante a parer mio, scrivere un dialogo amorevole con noi stessi. Prendi il tuo quaderno, un bel quaderno, che ti piace e che ti soddisfi. Prenditi cura del tuo quaderno perché quello che ci scriverai dentro ti cambierà la vita. Il mio quaderno ha reso la mia vita migliore, soprattutto il mio 2018. Dai amore a te stesso, dai energia a te stesso e chiediti come stai. E se stai male racconta che cos’hai. Scrivi tutto, sii onesto con te stesso. Questo quaderno può diventare la tua terapia e ti porterà a una guarigione incredibile. E’ una relazione sana e solida con te stesso che nessuno potrà mai portarti via. E’ l’investimento migliore della tua vita. Capire come amare se stessi è la più grande consapevolezza. Scrivi quello che vuoi, non ci sono regole.

Ho anche girato un video sulla routine mattutina che è piaciuto tanto, ma attenzione, non prendere alla lettera quello che faccio perché quella routine mattutina magari va bene soltanto per le mie esigenze.  Trova il tuo modo, amati. Se un giorno non hai voglia di scrivere, non farlo. Va bene lo stesso.

  • CARTE DEL PENSIERO POSITIVO

Un altro modo che trovo molto utile e se mi segui sai che lo uso spesso nella mia vita, è un mazzo di carte del pensiero positivo che ho preso in Indonesia, a Bali. Sono carte con delle affermazioni e descrizioni amorevoli. Ogni giorno ne pesco una, la leggo e la assorbo. Faccio entrare quella affermazione nel mio sistema. Queste carte hanno come obiettivo quello di farmi diventare più sano, più amorevole. Questo è uno strumento che può esserti utile in questo periodo di guarigione. Ma puoi anche creare tu le tue carte. Puoi utilizzare questo processo creativo per guarire le tue ferite. Riprogramma le tue credenze.

Ti invito davvero a prendere questo lavoro con costanza, serietà e determinazione, perché potresti davvero cambiare la tua vita. Implementa questi strumenti per guarire emotivamente.

  • COSTRUIRE RELAZIONI SANE

Un passo molto importante da fare dopo aver ripulito la tua casa e averla decorata, è quello di costruire nuove relazioni sane, pulite, consapevoli. Relazioni di luce basate su principi sani, sul rispetto reciproco. Inizia a frequentare persone che ti rispettano, che ti amano e che tirano fuori la tua parte migliore. E so che molte persone pensano sia difficile trovare questo tipo di persone. Ma vedrai che facendo questo lavoro di pulizia, le tue vibrazioni aumenteranno e l’Universo inizierà a lavorare anche per te.

Abbi pazienza e fiducia, la fiducia è fondamentale in questa fase. E non dobbiamo avere cento amici tutti simili a noi. Come dico nel mio video sulla solitudine, che sta andando alla grande sul canale, a volte basta una sola persona che ci capisce e che non ci giudica. Basta una persona che ci vuole bene davvero, per la nostra essenza. Ne può bastare solamente una. Per cui abbi fiducia, perché le persone giuste arriveranno nella tua vita quando inizierai a cambiare le tue credenze.

  • RELAZIONE SPIRITUALE

Infine, l’ultimo strumento, che è quello a cui tengo di più, è quello di intraprendere una relazione spirituale. Vai oltre il tuo corpo e la tua mente, riconosci che c’è qualcosa di più grande, come dico in questo video:

Capire come amare se stessi è difficile, per cui questa può essere l’occasione per intraprendere una relazione con questa intelligenza più grande. E’ l’occasione di aprirti a questa forza divina, perché può avvenire pura magia. Accadono veramente i miracoli. Benvenuto nel mondo della magia, ma per entrare in questo mondo devi avere una forte apertura mentale. Iniziamo a pregare, a osservare ciò che accade. Non c’è un solo modo. Puoi approcciarti a qualsiasi strada, puoi chiamarla Dio, Universo, Buddha, o come vuoi tu. L’importante è avere una relazione spirituale.

Questi erano alcuni consigli pratici e ora non ti resta che prendere appunti e darti da fare. Inizia a lavorare su come amare te stesso e guarisci emotivamente.

Qualche altra idea pratica per capire come amare se stessi:

  • Massaggi: se hai la disponibilità economica, può essere un vero atto d’amore verso te stesso.
  • Comprati una pianta o un mazzo di fiori, senza motivi particolari.
  • Prenditi una vacanza tutta per te, anche un solo giorno, oppure un anno intero.
  • Prenditi quotidianamente un momento tutto per te, per scrivere, per leggere un libro o per prenderti cura di te.
  • Comprati qualcosa che ti piace, togliti un piccolo sfizio.

Questi sono tutti piccoli gesti di amore verso te stesso che possono veramente cambiare la tua vita. Prendili con serietà come se avessi pagato questo articolo. Prendi appunti e metti in pratica i passi per imparare ad amarti. L’importante è non avere fretta. Prenditi del tempo, come un progetto. “Come imparare ad amare se stessi“. Questo è il tuo progetto e la tua priorità.

L’obiettivo è arrivare a un livello di amore sempre più profondo per lasciare andare il tuo passato.

 

LINK UTILI

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► CONSULENZA PRIVATA 1-1: https://bit.ly/34JfP55

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

INSTAGRAM ► Seguimi su Instagram per vedere ogni giorno le mie storie: https://www.instagram.com/gabri.way/

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio e a presto,

Gabri

AMARE SE STESSI (Parte 3)

Introduzione: amare se stessi

Benvenuto in questa terza parte della miniserie sui genitori: come guarire e integrare il rapporto con i genitori e di quanto sia importante amare se stessi. Questo articolo è a parer mio estremamente importante. Fino ad’ora abbiamo visto che la cosa più importante è intraprendere un percorso di guarigione interiore. Per guarigione interiore intendo proprio iniziare a provare un amore incondizionato nei nostri confronti. L’amore per noi stessi andrà a guarire qualsiasi cosa nella nostra vita e questo è il concetto più importante.

Puoi guardare anche il mio video

In questo terzo articolo vorrei condividere i 3 rischi che corri se non intraprendi questo percorso di amore verso te stesso. Inoltre, vorrei anche condividere quello che secondo la mia opinione, dovrebbe essere l’obiettivo da raggiungere nella tua vita e infine, vorrei darti 3 consigli pratici su che cosa fare nel concreto. Iniziamo subito!

3 GRANDI RISCHI

Vediamo insieme i rischi principali che puoi correre se non inizi ad amare profondamente te stesso. Sono in realtà dinamiche molto comuni in cui sicuramente ti sarai imbattuto. Quindi spero che portando un po’ di luce, tu possa iniziare a lavorarci ed evitarli per il tuo futuro.

  • 1. Ripetere gli errori della tua famiglia

genitori e figli

Il primo rischio è quello di ripetere il ciclo negativo e tossico della tua famiglia. Faccio una premessa. I miei video e articoli sono improntati principalmente per giovani, ma anche persone più adulte che hanno problemi in famiglia, ma ovviamente non è per tutti così. Il rischio di ripetere quello hanno fatto i tuoi genitori con te è una cosa quasi meccanica. Nel senso che nel momento in cui cresciamo così, andiamo a integrare quella voce interiore e iniziamo ad essere noi a criticare gli altri. Senza rendercene conto, in futuro con il nostro partner, i nostri figli o i nostri colleghi, passeremo queste stesse credenze. Diventeremo esattamente uguali a loro. Questo è un rischio grandissimo che va appunto evitato, facendo un lavoro di guarigione interiore e iniziando ad amare se stessi.

Se ad esempio, hai avuto dei genitori violenti, o con problemi di alcol e sostanze, oppure genitori negativi, o che hanno avuto problemi economici, problemi relazionali, eccetera. Se non prendi tu il controllo della tua vita e non decidi di tagliare questo ciclo generazionale, diventerai anche tu nello stesso modo. Mentre se decidi consapevolmente e attivamente di guarire quei comportamenti, quelle ferite e quelle credenze e di rieducarti, puoi davvero cambiare il tuo futuro. E cambierai anche le generazioni a venire. Scegli di guarire e di cambiare credenze, adotta consapevolezze diverse. Questo è il primo rischio e la cosa bella è che puoi evitarlo, semplicemente scegliendo di guarire.

  • 2. Attrarre inconsapevolmente relazioni tossiche

relazioni tossiche

Il secondo rischio è quello di attrarre inconsapevolmente, perché molto spesso avviene a livello inconscio, relazioni tossiche, distruttive, disfunzionali. Queste relazioni andranno a rovinare la nostra vita, se non facciamo questo lavoro. Magari sono cresciuto in una famiglia disfunzionale, con credenze negative, oppure ho perso uno dei miei genitori, o sono stato violentato o picchiato. Se non guarisco questa ferita, è quasi garantito che avrò problemi nelle mie relazioni future. Semplicemente perché la figura paterna e materna e il contesto familiare in generale, diventano poi uno specchio nella nostra vita adulta.

Le nostre relazioni esteriori, sono uno specchio delle dinamiche familiari e questa è una teoria molto diffusa. Se non fermiamo questo ciclo, diventiamo degli adolescenti, intraprendiamo le prime relazioni, i primi amori, le prime amicizie anche, o il primo direttore di lavoro. Ogni tipo di relazione, sarà uno specchio delle nostre disfunzioni familiari. La cosa che accade più frequentemente, è trovare persone che vanno a distruggere ulteriormente la nostra vita. E questo avviene a livello inconscio sia da parte tua, sia dalle persone con cui ti relazioni. A volte persone persone di cui ci innamoriamo follemente, ci rovinano la vita, oppure possono tamponare le nostre ferite.

E quando ce ne rendiamo conto ci chiediamo “Ma perché continuo ad attrarre questo tipo di persone tossiche, io sono una persona buona, do amore eppure, ho soltanto relazioni che mi fanno del male“. Ricordiamoci che se accade questo, la vita ci sta dicendo quello che dobbiamo vedere del nostro mondo interiore. Se continuiamo ad attrarre queste persone, la vita ci sta dicendo molto su quello che dobbiamo fare dentro di noi, perché amare se stessi è alla base di ogni relazione. Questo è un punto molto importante ed è fondamentale prenderne coscienza. Guarendo e iniziando ad amarci, potremo finalmente attrarre relazioni sane, di ogni genere.

  • 3. Rovinare la nostra vita a causa del passato

guarigione emotiva

Il terzo rischio è quello di sprecare o rovinare la nostra vita a causa del nostro passato, o dei nostri genitori, o della nostra famiglia disfunzionale. Per cui secondo la mia opinione, se non ci prendiamo del tempo per capire bene le dinamiche e per capire perché oggi abbiamo questi problemi, con il tempo inizieranno a diventare sempre più grandi. Immagina di avere un taglio in un braccio, fai finta di niente e vai a giocare, ti rotoli nella terra, la ferita fa infezione e nel giro di qualche hanno magari devono amputarti un braccio, che già è una guarigione. Ma nel giro di qualche anno potresti morire per un’infezione che poi prende tutto il corpo.

E la stessa cosa vale per le ferite emotive, l’approccio è lo stesso. Se non guariamo i problemi del passato, oppure se sentiamo un malessere o un vuoto interiore, continuiamo a ignorarlo per anni e si tramuterà in ansia o depressione. L’ansia è sempre stato il mio segnale per farmi capire che c’era qualcosa che non andava dentro di me. E’ il mio campanello d’allarme. E lo è per molte persone, mentre altre persone attraggono incidenti, problemi fisici, eventi negativi. Una volta mi è capitato di non riuscire a respirare bene per qualche mese. Il mio corpo mi stava facendo capire che c’era un problema che non vedevo, addirittura mi formicolava il mignolo della mano. E nessuno riusciva a fare una diagnosi, finché non ho conosciuto una terapeuta con un approccio più olistico e mi ha fatto capire che questi erano segnali che vanno presi in considerazione.

Se non ascoltiamo i nostri campanelli d’allarme, ecco che cadiamo in depressione, magari iniziamo a prendere psicofarmaci e spegniamo la nostra anima. A volte possono essere utili, ma devono essere degli strumenti per guarire e farci tornare alla normalità. Molto spesso però ne abusiamo e a quel punto non sentiamo più niente, diventiamo totalmente apatici. In questo articolo ad esempio, condivido la mia opinione sugli psicofarmaci, puoi leggerlo cliccando qui. 

Ho fatto anche un video in cui parlo dello psicologo Jordan Peterson e della sua esperienza con gli psicofarmaci

In questo terzo rischio è compresa anche la possibilità di diventare apatici andando avanti nel tempo, il rischio di non sentire più gioia, né dolore. Possiamo iniziare ad avere problemi sul lavoro, quindi problemi economici, che rispecchiano sempre le false credenze che abbiamo dentro di noi. Per arrivare poi alla parte più delicata, ovvero il suicidio. Ricevo tante email e tanti messaggi anche giovani, che pensano di arrivare a questo gesto estremo. Ho girato un video che parla proprio di questo, se ti va di guardarlo, anche se mi rendo conto che è forte.

Ma la realtà dei fatti è che i media mostrano ogni giorno quante persone muoiono di Coronavirus, ma non parlano delle migliaia di persone che tutti i giorni si tolgono la vita. E molto spesso accade proprio quello di cui stiamo parlando. Problemi dell’infanzia che non sono mai stati affrontati e guariti, che hanno infettato prima una parte del corpo, per poi prendere il sopravvento e arrivare al suicidio. Quasi sempre c’è un legame con le dinamiche familiari. Per cui, se ti rendi conto che stai prendendo quella strada, sei in tempo per rendertene conto, invertire la rotta e intraprendere un percorso di guarigione. Ricordiamoci che il mondo esterno è lo specchio del nostro mondo interiore e per questo è davvero fondamentale imparare ad amare se stessi e a cambiare le false credenze.

Avrei ancora tantissime cose da dire, ma direi di fermarmi qui per oggi. Uscirà a breve la quarta ed ultima parte di questa miniserie sui genitori. Per concludere: se non ci prendiamo cura di tutto questo, il rischio è quello di non diventare mai adulti. Anche questa è una cosa davvero diffusa nella nostra società, soprattutto in Italia. Se non guariamo il rapporto con i nostri genitori, rischiamo di restare per sempre dei figli. E’ ovvio che lo saremo sempre, ma a livello emotivo non trascendiamo mai i nostri genitori e non diventiamo mai indipendenti. Anche a cinquant’anni, a livello emotivo potremo non essere ancora adulti. Se non abbiamo mai intrapreso questo percorso di guarigione per amare i nostri genitori per quello che sono, senza sentirci inferiori a loro e senza portare rancore, resteremo eterni bambini.

A volte siamo vincolati anche fisicamente ed economicamente. Quindi spero che questo articolo ti abbia fatto comprendere l’importanza di questo lavoro di guarigione per le ferite del passato e quanto sia importante iniziare ad amare se stessi. E spero ti abbia fatto anche rendere conto dei rischi che possono accadere se non ti prendi la responsabilità di intraprendere questo percorso.

Puoi guardare anche la parte 1 e la parte 2 di questa miniserie.

LE GUIDE:

► (E-book) BUSINESS DIGITALE: Come creare un business Online di Coaching & Consulenza https://gabri.life/ebook/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► THE BRIDGE

Se ti interessa lavorare online e creare la tua libertà, qui puoi trovare più informazioni sul mio training “THE BRIDGE” dove ti seguo passo-passo nel creare un tuo business online di Coaching & Consulenza: https://gabri.life/thebridge/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► CONSULENZA PRIVATA 1-1: https://bit.ly/34JfP55

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

INSTAGRAM ► Seguimi su Instagram per vedere ogni giorno le mie storie: https://www.instagram.com/gabri.way/

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio e a presto,

Gabri