spiritualità da dove iniziare

Spiritualità: da dove iniziare?

Introduzione alla spiritualità: da dove iniziare?

Parliamo di spiritualità: da dove iniziare? Un mese fa ho girato un video in spiaggia, a Koh Samui e ho riflettuto sulla parola più importante del 2020 a parer mio. Una parola che dobbiamo integrare il più possibile: Umiltà. Permettimi di chiederti: ti consideri una persona umile? Perché molto probabilmente, la cruda realtà è che non sei una persona  abbastanza umile, così come io non sono abbastanza umile, i nostri politici, la società in generale e il mondo in generale non è abbastanza umile.

Qual è il motivo?

Molto semplicemente, credo che tutti i problemi del mondo, della nostra società, ma anche i problemi personali, insomma tutti i problemi in generale, siano causati da una forte mancanza di umiltà. Ci tengo molto a spiegarti bene questo concetto quindi leggi l’articolo fino alla fine. Oppure guarda il mio video

Dobbiamo però andare ad esplorare un livello più profondo e trovare una base in comune per poter intraprendere questo discorso. E la base comune è una base spirituale. Entriamo in alcuni ragionamenti spirituali che sono indispensabili. A parer mio, dobbiamo riconoscere, accettare e ammettere che esiste un’intelligenza più grande che ci regna e ci governa. E’ assurdo che non si parli di questo, è assurdo che non ce lo insegnino a scuola quando siamo bambini, perché è la base, è tutto.

Per alcune persone che leggeranno questo articolo tutto questo sarà banale e scontato, mentre per altre potrebbero essere punti di vista illuminanti. Questa intelligenza più grande c’è chi la chiama Dio, chi la chiama Universo, Natura, coscienza divina, consapevolezza, silenzio, amore. Possiamo chiamarla come vogliamo, ma di fondo è la stessa cosa. Sono soltanto etichette che siamo abituati ad utilizzare per definire questa intelligenza che governa ogni istante di quello che viviamo.

Ti faccio qualche esempio concreto

Prova a chiederti “Come sono stato concepito e creato come persona? Come faccio ad esistere? Come sono qui in questo momento?” e alcuni penseranno “Beh Gabri, è ovvio, sono nato grazie all’unione di mia madre e mio padre che mi hanno concepito, mia madre mi ha portato dentro di lei e mi ha fatto nascere“. Scientificamente, razionalmente e biologicamente ha senso ed è vero. Ma la domanda è “E’ stata davvero tua mamma a crearti, a formarti dentro di sé? Oppure c’è stato qualcosa di più grande che ha permesso la tua nascita?

Le madri si allineano con quell’intelligenza per farti nascere, ma non sono loro a crearci. Quindi “Chi ci ha creati?“. E qui si percepisce questa forza maggiore. Ma un altro esempio può essere “Come fa l’erba in giardino a crescere? Come fa un fiore a crescere da un germoglio? Come fa un fiore ad essere così bello, perfetto e profumato? Chi ha creato una farfalla così simmetrica? Chi crea tutto questo?“.

Perché quando andiamo a scuola le maestre non ci insegnano queste cose? Perché non ci fanno ragionare in questo modo costruttivo, a mettere in discussione questa esistenza? E chi controlla tutto il movimento della Terra, i pianeti, il Sole e la Luna, l’alternarsi del giorno e della notte? Ovviamente qui entra in gioco tutta l‘ipotesi scientifica che è in grado di spiegare tutto il processo dell’Universo. Tanto di cappello agli scienziati che ci hanno nettamente migliorato la vita, dandoci delle risposte. Ma anche loro hanno dei limiti e non sanno spiegarsi tante cose. E perché alcuni fatti destabilizzano anche la scienza? Anche in questo caso secondo il mio parere, ignoriamo questa forza più grande.

  • 1) Come avviene tutto questo?

spiritualità

Perché la Terra non collassa, perché esistono tutte queste dinamiche così perfette? Osserva il tuo corpo, perché non ci prendiamo mai del tempo per osservarci e pensa: chi digerisce quando mangiamo? Chi fa battere il nostro cuore, o circolare il sangue nelle vene? Potremmo avere un arresto cardiaco proprio ora, ma questo non avviene. Perché?

Perché tutto continua a funzionare perfettamente? Chi fa tutto questo? Chi respira? Sei tu a respirare consapevolmente e attivamente, oppure avviene spontaneamente dentro di te, perché ci sono dei meccanismi automatici? Hai un corpo molto intelligente, non sei tu a governarlo. C’è qualcosa di più grande che lo regna e lo governa con il massimo amore e con la massima perfezione per tenerti in vita. Spero che questi esempi pratici possano farti capire che cosa intendo per “intelligenza più grande“. Una volta capito questo, dobbiamo anche capire che questa intelligenza divina ha anche il potere di distruggerci, quando vuole. Nell’immediato, fra cinque anni, dieci anni o cinquant’anni. Non siamo minimamente in controllo.

Pensiamo di essere padroni della nostra vita, ma lo siamo soltanto in parte, perché di base non siamo padroni di niente. Questa forza maggiore potrebbe decidere di far morire me, te o tutta l’umanità anche fra un attimo. Magari attraverso una catastrofe naturale. O magari può decidere di far scomparire soltanto alcune persone. Un cancro, un arresto cardiaco, qualsiasi cosa. Ed è vero che la scienza grazie a Dio può salvarci nella maggior parte dei casi, ma è anche vero che non fa miracoli e certe dinamiche non può spiegarle nemmeno la scienza. Riconosciamo i limiti. 

Riconosciamo la nostra fragilità davanti a questa potenza che ci tiene in vita e ci fa funzionare, ma può anche distruggerci. Dobbiamo riconoscere che siamo sue creature ed è tutto nelle sue mani. Fino a qua ci siamo?  

Allora andiamo avanti con il secondo punto.

 

2) La guida nella nostra esistenza

spirituale

Una volta capito che esiste un’intelligenza più grande che ci crea, ci ama, ci mantiene in vita e può anche distruggerci, dobbiamo capire che questa forza ci GUIDA nella nostra esistenza costantemente. E il modo in cui ci guida è attraverso dei segnali, attraverso un sentire interiore, attraverso delle intuizioni, come se avessimo un GPS dentro di noi. Oppure attraverso delle sincronizzazioni, ovvero degli episodi apparentemente disconnessi e non collegati fra loro, che in realtà si rivelano dei segnali da capire per andare nella direzione giusta.

Però per poter cogliere questi segnali e capire in quale modo ci sta guidando, dobbiamo diventare sensibili, dobbiamo sentire e ricevere queste intuizioni. E penso che sarai d’accordo con me quando dico che nella nostra società non abbiamo sviluppato queste competenze. Prima di tutto non siamo consapevoli di tutto quello di cui ti ho parlato nel punto 1. Pensiamo di avere il controllo della nostra vita, ignorando la spiritualità e la sacralità che c’è dietro la nostra esistenza. Inoltre, la maggior parte delle persone non sono in grado di riconoscere il loro intuito, non riescono a mettersi in contatto con questa intelligenza più grande. Per cui la domanda che tutti noi dobbiamo porci, me e te compresi, è:

Mi sto facendo governare e guidare quotidianamente da questa forza divina, oppure mi sono chiuso pensando di essere il protagonista della mia vita e di avere il controllo?

E se mi permetti di anticiparti la risposta più comune fra gli esseri umani è che purtroppo siamo completamene incastrati nel nostro ego, nel nostro personaggio e nella nostra mente. Ci perdiamo nei nostri pensieri e ci chiudiamo a questa forza che è sempre pronta ad aiutarci. Ad oggi, nel mondo intero , stiamo vivendo in una società dettata dall’ego e dalla mente e per questo è totalmente in crisi e si sta sgretolando totalmente. Siamo anche in una fase di periodo storico molto delicata e questa società sta morendo per dare vita a una nuova, più consapevole, dettata dall’anima e che vive seguendo le indicazioni di questa intelligenza divina.

Ti consiglio di guardare questo mio video

Ma ora ti starai chiedendo: Che cosa c’entra tutto questo con l’UMILTA‘? Perché ho iniziato questo video parlando di umiltà? Il mondo in generale a parer mio, ha troppa poca umiltà e questa mancanza è sintomo di presunzione. Abbiamo la presunzione di credere che il nostro ego abbia il controllo e che noi siamo i padroni della nostra vita. Ignoriamo tutto quello che ci circonda e tutto quello che avviene dentro di noi, anziché avere l’umiltà di riconoscere che siamo stati creati da questa forza divina. Come possiamo spiegare che siamo in vita, che il nostro sistema continua a funzionare alla perfezione?

Questa è presunzione. La presunzione della nostra società, me compreso, di dare tutto per scontato. Ci chiudiamo e continuiamo a vivere senza umiltà nei confronti di quello che ci ha creati. Potrei fare davvero tantissimi esempi per farti capire come pecchiamo di umiltà tutti quanti. Te ne riporto qualcuno breve e pratico. Guarda la relazione fra l’essere umano e la natura. E’ una relazione armoniosa, l’essere umano rispetta e considera la natura parte di sé, oppure la sfrutta e la distrugge per i propri interessi? Questa è mancanza di umiltà nel riconoscere che la natura è anch’essa parte di quella forza più grande e soprattutto, noi siamo un tutt’uno, siamo parte della natura.

Siamo tutti parte della stessa essenza.

mente spirituale

Nel momento in cui pensiamo di essere separati e divisi dal resto del mondo, iniziamo a commettere azioni distruttive verso gli altri, verso altri Paesi, verso la natura o gli animali. Perché li consideriamo distanti e diversi da noi. Siamo intrappolati nella nostra mente. Per questo a parer mio è molto importante capire questo concetto.

Ecco alcuni esempi pratici di mancanza di umiltà della specie umana in generale. Credo che questo momento storico in particolare, in questa situazione di disordine, di caos più totale, sia un’ottima dimostrazione di quanto siamo limitati. Non siamo in grado di convivere e di operare in questo mondo. Questa fase ci sta sbattendo in faccia la nostra mancanza di umiltà, ci sta mettendo alle strette per vedere come pensiamo di gestire una situazione simile.

Questa intelligenza divina ci sta osservando come uno show e si diverte a osservare come noi, esseri egoistici ed egocentrici, gestiamo tutto questo. In Italia, così come in tutto il mondo, basta osservare la classe politica che pecca completamente di umiltà. Pensa di avere la soluzione, pensa di poter risollevare il Paese, di avere il potere di farlo. Non ha l’umiltà di ammettere che non è in grado, non ha le conoscenze e non ha minimamente il controllo.

Non esiste essere umano che possa risolvere questo caos.

Ma nonostante questo, nessuno ha l’umiltà di ammettere che siamo impotenti, che stiamo affrontando un problema enorme mai visto prima, nessuno prova a cercare una collaborazione. Diciamo soltanto che sappiamo cosa facciamo, che abbiamo la soluzione e così continuiamo a creare divari fra le classi politiche, i governi, le banche. Tutto questo per non cedere all’umiltà.

A parer mio dovremmo abbassare le ali, dovremmo aprirci a questa intelligenza più grande, con pace, armonia. Dobbiamo metterci in discussione, soprattutto i politici, ma anche persone come me e te. Dobbiamo smettere di pensare che ce la faremo e che siamo onnipotenti. Ci autodistruggeremo. Questa intelligenza superiore ci osserva e spera che un giorno capiremo che siamo tutti connessi. Se ne parla da migliaia di anni, nei saggi, nei libri di filosofia, nelle religioni. Eppure, noi continuiamo a non capire, continuiamo a sbattere contro il muro fino a spaccarci la testa.

Ci stiamo spaccando la testa per la nostra mancanza di umiltà, per la presunzione di avere il controllo e di far governare il nostro ego, anziché metterlo da parte e aprirci e farci guidare da questa intelligenza più grande. Quando lo faremo entrerà una luce immensa nella nostra vita. Tutto inizierà a fluire perfettamente, saremo pieni di tutto ciò che desideriamo. Questa forza divina ci ama, ci vuole bene e non vede l’ora di riempirci di abbondanza e di felicità.

Siamo già parte di tutto questo, ma se rifiutiamo la luce e ci ostiniamo a voler dirigere la nostra vita, questa intelligenza ci guarda e dice “Okay, vai  a sbattere di nuovo la testa contro il muro fino a quando non tornerai da me e capirai”. Questo è il messaggio che secondo me l’umanità dovrebbe capire, tutti noi dobbiamo capire, ma per farlo dobbiamo essere umili. Dobbiamo capire queste dinamiche e poi inginocchiarci davanti a questa intelligenza e riconoscere che è presente ovunque, dentro e intorno a noi. Dobbiamo iniziare a gratificarla e ad aprirci e quando lo faremo inizieremo finalmente a ricevere. Il mondo rinascerà. E questa a mio avviso è l’unica via di uscita.

Ti consiglio di leggere il mio articolo sul “Bypass spirituale”, puoi leggerlo cliccando qui.

LE GUIDE:

► (E-book) BUSINESS DIGITALE: Come creare un business Online di Coaching & Consulenza https://gabri.life/ebook/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► THE BRIDGE

Se ti interessa lavorare online e creare la tua libertà, qui puoi trovare più informazioni sul mio training “THE BRIDGE” dove ti seguo passo-passo nel creare un tuo business online di Coaching & Consulenza: https://gabri.life/thebridge/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► CONSULENZA PRIVATA 1-1: https://bit.ly/34JfP55

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

INSTAGRAM ► Seguimi su Instagram per vedere ogni giorno le mie storie: https://www.instagram.com/gabri.way/

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio e a presto,

Gabri