MOMENTI DI ROTTURA

Nel 2013 ho avuto il mio momento di rottura.

Nel giro di poche settimane ho avuto due lutti,  ho iniziato ad avere attacchi di panico ed attacchi d’ansia in publico…

… e come se non bastasse, mi sono ritrovato anche disoccupato e senza una direzione chiara nella mia vita, avendo lasciato da poco il mio lavoro negli Hotel.

In quel momento era difficile riconoscerlo, ma guardandomi indietro, posso vedere chiaramente che durante quel periodo ho toccato il fondo…. e che qualcosa dentro di me si era rotto perennemente.

 

Ciò che si era rotto era il mio falso sé. La mia falsa identità.

 

La persona che credevo di essere.

 

Ed è così che decisi di intraprendere un percorso di guarigione e di scoperta interiore.

Percorso che ad oggi, 7 anni dopo, continua ad accompagnarmi e che mi ha rivoluzionato la vita.

 

Che cosa sono i momenti di rottura?

Sono quei momenti in cui la vita ci mette in ginocchio, per farci vedere una verità più profonda, su noi stessi, sugli altri, sul mondo o su questa esistenza.

E’ un invito esterno, spesso spiacevole e doloroso, ad intraprendere un cammino di guarigione e di scoperta interiore.

 

 

Come si presenta il momento di rottura?

Alcuni miei clienti, hanno avuto il loro momento di rottura in seguito ad un incidente, ad un licenziamento, ad un infortunio, ad uno scandalo, ad un lutto…

 

… o semplicemente a seguito di questo periodo di pandemia, Lockdown, distanziamento sociale ed incertezza sul futuro.

 

Altri invece hanno un momento di rottura a seguito di un tradimento, di una separazione, di un divorzio o dopo aver interrotto una relazione apparentemente stabile con un’altra persona.

Oppure questa crepa si forma quando iniziamo ad avere attacchi di panico, attacchi d’ansia, depressione, una nevrosi o anche una malattia fisica.

Altri invece, vivono questo momento durante un sogno, chiacchierando con un’altra persona, o semplicemente facendo una passeggiata al parco, in tranquillità.

Ogni momento di rottura è estremamente soggettivo, personale e spesso… inaspettato.

 

IL BIVIO

Questi momenti di rottura, ci portano sempre davanti ad un bivio: REPRIMERE o ESPRIMERE

Reprimere: quando non siamo in grado di gestire la sofferenza ed il dolore emotivo, e decidiamo di trovare delle soluzioni facili, cercando di tamponare il problema.

Come ad esempio Alcohol, droghe, feste, svago, sesso, cibo, relazioni tossiche e co-dipendenti oppure una delle più comuni è l’assunzione di psicofarmaci. Altri invece si buttano a capofitto nel lavoro, nello sport o in un hobby, cercando di distrarsi il più possibile dal proprio dolore interiore.

 

Esprimere: Quando riconosciamo che questi eventi “negativi” e questo dolore emotivo, in realtà sono arrivati nella nostra vita come un’opportunità di guarigione emotiva, di scoperta interiore e di evoluzione personale.

E’ una chiamata spirituale. 

Un dono divino, anche se apparentemente può sembrare una disgrazia.

Di conseguenza, iniziamo ad avvicinarci a persone, professionisti, libri, video ed informazioni che ci possono aiutare a capire meglio questa fase che stiamo attraversando. Esplorare il nostro dolore e la nostra sofferenza, metterci in discussione ed iniziare ad osservare la nostra vita da una nuova angolazione.

 

Guarda il video di oggi per approfondire questi momenti di rottura.

 

 

 

 

 

► Consulenza 1-1: https://www.gabri.life/consulenza/