LA RIVELAZIONE DEL 3° GIORNO AL BUIO

Durante il terzo giorno del ritiro al buio, ho ricevuto inaspettatamente la rivelazione più grande della mia vita.

 

Mi è stato mostrato il tutto.

 

La mia natura, la natura dell’uomo, la natura dell’universo, del mondo… di tutto.

 

So bene che può sembrare una dichiarazione grossa e magari anche presuntuosa. Per questo motivo ci tengo a precisare che si tratta semplicemente della mia esperienza personale. Di ciò che ho provato sulla mia pelle, mentre ero nel ritiro al buio.

 

La mattina del terzo giorno, mentre meditavo, mi sono dissolto completamente nel nulla.

 

In quel momento ho realizzato che la nostra vera natura è proprio quella: il nulla.

 

Il vuoto.

 

Il buio più totale.

 

L’infinito.

 

Il silenzio.

 

La non-esistenza.

 

Quel luogo che non conosce luogo. Non conosce tempo. Non conosce spazio.

 

Non esiste.

 

Da quel luogo, mi è stata rivelata la nascita della vita.

 

La nascita dell’universo. Del mondo. Di me. Di te. Di tutti noi esseri umani.

 

Dal buio infinito, è nata una luce.

 

 

Una luce che ha iniziato ad espandersi, dando forma alla creazione.

 

Alla vita.

 

All’universo. Ai pianeta. Alla terra. Alla natura. Agli animali. All’essere umano. Alla mondo che conosciamo oggi.

 

Quella luce, riflessa nel buio, ha creato quella che noi consideriamo LA REALTA’.

 

Immagina di essere in una sala del cinema.

 

Una sala completamente buia.

 

Non vedi il tuo corpo e non vedi nulla intorno a te.

 

In quel preciso momento, non esiste nulla e non esisti nemmeno tu.

 

Di colpo si accende la luce di un proiettore, che ti illumina. Grazie a quella luce, ti ricordi di avere un corpo.

 

Insieme al tuo corpo, quella luce proietta intorno a te anche delle immagini. Proietta delle persone. Delle situazioni. Delle esperienze.

 

 

Quella luce proietta la vita.

 

Proietta il mondo.

 

Proietta la realtà.

 

Oltre ad illuminare e proiettare te stesso, sta proiettando anche tutto ciò che ti circonda e che consideri “reale”.

 

A questo punto la domanda sorge spontanea:

 

Se spegni quel proiettore, cosa succede?

 

 

Chi sei senza quella luce?

 

 

Cos’è la realtà senza quella luce?

 

Possiamo anche chiederci:

 

Un film può esistere senza il proiettore?

 

 

Guarda il video di oggi per approfondire questi concetti.  🙂

 

 

 

► Leggi l’articolo dei 3 giorni al buio: https://www.gabri.life/blog-post/3giornialbuio/

 

 

► Consulenza 1-1: https://www.gabri.life/consulenza/