LA MIA ESPERIENZA CON TONY ROBBINS

CRESCITA PERSONALE, PENSIERO POSITIVO, AFFERMAZIONI, MOTIVAZIONE

Oggi condivido con te la mia esperienza con il mondo della crescita personale, del pensiero positivo, delle affermazioni e della motivazione. Tutti questi concetti che ho sposato per diversi anni e in particolare, vorrei darti la mia opinione su Tony Robbins, che ha avuto un impatto importantissimo nella mia vita e anche su altri motivatori. Per cui parleremo di tutta questa macro-categoria della crescita personale, motivazione e pensiero positivo.

Vorrei condividere con te sia il mio punto di vista di qualche anno fa, sia quello attuale. Alcune riflessioni che spero possano essere di spunto anche per te, per comprendere determinati concetti.

Puoi guardare il mio video “La mia esperienza con Tony Robbins”

Soprattutto se sei ancora giovane, sarai nel pieno della scoperta del mondo della crescita personale. Io personalmente ho iniziato all’età di sedici, o diciassette anni, ho scoperto questo mondo dello sviluppo personale proprio nel periodo delle scuole superiori. È arrivata una persona esterna, un professionista, un coach di cui ti ho già parlato in alcuni miei video, dove racconto di questo incontro. Era stato invitato a scuola per farci qualche lezione di marketing e durante queste ore di lezione ci ha parlato anche del suo lavoro, di quello che faceva, che per tutti noi era totalmente sconosciuto. Il “coach motivatore”, specializzato anche in PNL.

Mi aveva talmente tanto affascinato quello che faceva, che a fine lezione mi sono avvicinato timidamente e ricordo di avergli chiesto qualche consiglio. In quel momento mi ha introdotto ad Anthony Robbins e ad alcuni suoi libri che ti consiglio assolutamente di leggere, fra cui Come ottenere il meglio da sé e dagli altri e Come migliorare il proprio stato mentale, fisico e finanziario.

Poi ho scoperto Dale Carnegie e i suoi libri Come trattare gli altri e farseli amici e “Come vincere lo stress e cominciare a vivere”. Queste letture mi hanno introdotto un po’ al mondo della crescita personale e mi hanno aiutato a migliorare la mia vita, soprattutto in quel periodo in cui soffrivo di basta autostima e insicurezza. In quel periodo ho letto anche “I sei pilastri dell’autostima” di Nathaniel Branden.

Ti consiglio di guardare anche questo video:

 

Stavo leggendo per cercare di capire e mi si è aperto un portale, una speranza verso la possibilità di diventare una persona migliore, più sicuro di me. Poi, negli anni successivi mi sono buttato nel mondo esterno, ho fatto le mie esperienze, sono andato a vivere a Londra, poi in America e a Dubai. Ho intrapreso delle professioni nell’ambito alberghiero, nell’ambito della ristorazione e mi sono messo in gioco. Ho iniziato a interagire un po’ di più con il mondo, anziché stare solamente in camera a leggere libri e questo è stato molto formativo. Devo dire che la grande crescita è avvenuta proprio attraverso le esperienze di vita concrete.

Nel 2013 ho lasciato Dubai per tornare in Italia e mi sono immerso completamente nel mondo della crescita personale, perché c’era un malessere di base che mi bloccava. Sentivo che non stavo molto bene, mi sentivo confuso. Mi ero appena licenziato dalla mia grande esperienza con Hilton, una catena alberghiera molto importante e famosa nel mondo. Ero un po’ smarrito, per cui ho ripreso in mano i miei libri, ne ho comprati altri e mi sono buttato in video corsi e audio libri, per avere sempre più informazioni.

Mi sono imbattuto nuovamente in Anthony Robbins, ho letteralmente divorato i suoi programmi audio e video, come “Get the edge”, uno dei più famosi, “Personal power 2”, un altro percorso della durata di quindici giorni. Continuavo a guardare video su YouTube, di Les Brown, Brian Tracy, Tony Robbins e tanti altri. Assorbivo più contenuti possibili sulla crescita personale.

Volevo cambiare.

Ho iniziato a mettere in pratica quello che imparavo, per migliorarmi. Cambiare i pensieri e le emozioni, reagire, essere positivi. Sono questi i concetti chiave che vengono insegnati. Ci sono tanti approcci diversi, però personalmente, riprogrammare la mia mente in positivo è stata la chiave per migliorare la mia vita.

Seguivo tutti i consigli. La mattina mi alzavo, svolgevo la mia routine mattutina, uscivo a fare una passeggiata nel quartiere (allora vivevo a Milano) e mi raccontavo tante belle affermazioni per incoraggiarmi. Mi dicevo “sei forte, sei invincibile, sei ricco, sei di successo”. Però continuavo a sentire qualcosa di negativo, nonostante quello che mettevo in pratica funzionasse, quando tornavo a casa dalla mia routine, quel momento che Anthony Robbins chiama “the our of power”, l’ora del potere. L’ora in cui vai a riprogrammare tutti i tuoi pensieri e ti cambia letteralmente lo stato emotivo e funziona, è incredibile. Quindi pensavo stesse funzionando, pensavo di stare migliorando la mia vita e vedevo anche dei cambiamenti.

Anche a livello fisico mi sentivo in forma, ho partecipato a una piccola maratona a Milano ed ero lanciatissimo. Con il passare delle settimane e dei mesi però, ho iniziato a sentire come se avessi creato una facciata, una maschera bella decorata, positiva e ottimista, quando poi in fondo, in fondo, c’era un lato di me irrisolto, c’erano dei problemi che continuavano a restare lì, perché erano totalmente mascherati e coperti da questo strato bello spesso di pensiero positivo. Mi ero creato una maschera e funzionava, perché nel breve termine mi dava quella sensazione positiva necessaria per cambiare le mie emozioni. Però poi sentivo che quella parte oscura di me, i miei problemi più profondi continuavano ad essere lì e iniziavano a puzzare sempre di più.

Mi chiedevo “perché nonostante continuo a fare i miei esercizi e nonostante funzionano, non riesco a risolvere i miei problemi?”.

Molto spesso questo era un dialogo a livello di subconscio, quindi non ero molto consapevole di quello che avevo dentro. Era come se avessi un sacco di spazzatura dentro di me pieno di problemi irrisolti e di paure. E quotidianamente continuavo a spruzzarci sopra del profumo, con la mia dose di affermazione e pensiero positivo, di video corsi e libri sulla motivazione. E in effetti, appena spruzzavo il profumo sulla spazzatura sentivo la fragranza… per qualche secondo. Subito dopo iniziava a puzzare ancora più di prima.

C’era tanta confusione, perché da un lato il pensiero positivo e la motivazione funzionavano, mentre dall’altra, i problemi si facevano sentire sempre più forti. Quello che stavo facendo in quel periodo era costruire una maschera. Mi convincevo di essere forte, di successo, di non avere problemi reali. Così non ho fatto altro che allontanarmi ancora di più da me stesso, dalla mia essenza.

Era come se avessi deciso di appoggiare solamente metà di me, volevo vedere solo la parte bella, per ignorare completamente tutto il marcio che avevo dentro. Continuavo ad alimentare quel 50% di me stesso, ad abbellirlo, arricchirlo e renderlo più profumato. Tralasciando completamente l’altro 50%, che voleva comunicarmi i suoi problemi, ma io rifiutavo di vederli. Anzi, peggio. A volte vedevo quei problemi, ma volevo cambiarli velocemente in qualcosa di positivo.

Ora penserai che quello che dice Anthony Robbins quindi è un approccio sbagliato e che la motivazione non funziona, che tutti i discorsi sulla crescita personale sono soltanto parole al vento. Ma posso garantirti che non è così.

Si tratta di strumenti davvero validi, che possono stravolgere la tua vita.

Toni Robbins ha avuto un impatto incredibile nella mia vita, sono passati anni e anni, e sarò sempre grato a lui e al suo lavoro, perché è davvero straordinario. Ha cambiato la vita a me e a milioni di persone e continua a farlo tutt’ora. Lo chiamano “super umano”, perché è letteralmente enorme a livello fisico, ma anche dentro. Ha un cuore grande e ha la capacità di penetrare le persone e portare dei cambiamenti notevoli in pochissimo tempo.

Il pensiero positivo funziona, la formazione funziona, ne parlo spesso anche nei miei video. Però stiamo attenti a riconoscere i pro e contro. A mio avviso, riconoscere che questo approccio ha dei limiti è importante. E’ molto facile mal interpretare questi insegnamenti, oppure buttarsi a credere che sia l’unica verità, l’unica realtà. In questo modo poi si vanno a tralasciare troppi aspetti importanti e riguardo a questo, possiamo imparare tanto da Carl Jung, che ha portato tanta luce, tanta conoscenza riguardo proprio la psiche umana e l’essere umano in generale. Carl dice che:

“Non c’è luce senza ombre e non c’è pienezza psichica senza imperfezioni. La vita richiede per la sua realizzazione non la perfezione, ma la pienezza. Senza l’imperfezione non c’è né progresso, né crescita.”

Questa frase racchiude un po’ quello che sto cercando di spiegare in questo articolo, ovvero che la vita è fatta di bianco e di nero, è fatta di luce e anche di ombre. Carl Jung parla tanto della nostra parte oscura, che quando non la vediamo e non la riconosciamo, se non portiamo della luce per guarirla, diventerà un mostro. Diventerà un demone dentro di noi sempre più potente, che inizierà a dettare legge in modo passivo, fino a non riuscire più a distinguerlo.

A mio avviso, questa è la grande pecca del mondo della motivazione della crescita personale. Tutto il concetto del pensiero positivo è vero sotto certi aspetti, ma è anche estremamente parziale.  A parer mio, molti di questi approcci continuano a spingere per cercare di migliorare la nostra parte “bianca“, tralasciando completamente la parte in ombra. La parte più profonda e oscura, che richiede invece un approccio diverso. Richiede un approccio di guarigione più amorevole, per curare le ferite del passato, le nostre parti traumatizzate nella nostra infanzia, dai nostri genitori, delle insegnanti.

Non basta dire “Non pensare al passato, ora sei perfetto e vai bene come sei, hai successo e sei ricco, va tutto bene”. 

Nel 2013 ha funzionato per un po’ la mia auto motivazione, ma questo malessere veniva sempre più a galla, si faceva sentire sempre di più e ho capito che quella era soltanto una soluzione temporanea. Ho iniziato a intraprendere un percorso più profondo per capire la mia parte oscura. Ho fatto psicoterapia,  ho iniziato a leggere un altri tipi di libri. Ho intrapreso un percorso di guarigione per iniziare a capire che dentro ognuno di noi c’è un bambino interiore, che molto spesso piange, urla e richiede la nostra attenzione.

E noi dobbiamo prestargli attenzione, dobbiamo ascoltarlo e dargli l’amore che forse non ha ricevuto in passato. Dobbiamo diventare genitori di noi stessi, questo intendo per “percorso di guarigione“.

Ne parlo anche nel mio articolo “Guarigione Emotiva: 3 passi per gestire le tue emozioni”, puoi leggerlo cliccando qui.

Molto spesso tutto il concetto della crescita personale e della motivazione tralascia la nostra parte più bisognosa di aiuto. Per questo, personalmente, lo vedo come un approccio molto parziale, quindi mi ha sicuramente aiutato nella prima parte del mio percorso. Ma poi ho dovuto trascendere in qualche modo per andare a livelli sempre più profondi, per potermi veramente evolvere come persona e non illudermi che stavo crescendo.

Mi stavo allontanando sempre di più dalla mia vera essenza.

Questa è la mia esperienza, spero tanto ti possa essere utile e che ti possa dare degli spunti per non fare gli errori che ho fatto io in passato, anche se comunque mi sono serviti tanto per crescere come persona. Questi strumenti sono straordinari, adoro Tony Robbins e ha avuto davvero un impatto enorme nella vita di milioni di persone. Ricordiamoci sempre però, di avere un approccio olistico e di smettere di scappare o di far finta di non vedere la nostra parte oscura più profonda. Perché è lì che spesso possiamo trovare i tesori più grandi.

Per cui entra dentro di te e porta luce. Possiamo veramente vedere una trasformazione profonda e duratura nella nostra vita e non solamente una maschera superficiale di positivismo e ottimismo.

 

LE GUIDE:

► (E-book) BUSINESS DIGITALE: Come creare un business Online di Coaching & Consulenza https://gabri.life/ebook/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► THE BRIDGE

Se ti interessa lavorare online e creare la tua libertà, qui puoi trovare più informazioni sul mio training “THE BRIDGE” dove ti seguo passo-passo nel creare un tuo business online di Coaching & Consulenza: https://gabri.life/thebridge/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

► CONSULENZA PRIVATA 1-1: https://bit.ly/34JfP55

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

INSTAGRAM ► Seguimi su Instagram per vedere ogni giorno le mie storie: https://www.instagram.com/gabri.way/

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio e a presto,

Gabri