curiosità

CURIOSITA’: 12 domande e 12 risposte

Introduzione alle vostre curiosità

Ieri ho chiesto su Instagram se qualcuno avesse delle domande da pormi, sia personali che non, e ho ricevuto più di 70 messaggi con le vostre curiosità! 

Visto che non voglio intasare le storie di Instagram con le risposte ed in questo momento non ho voglia neanche di fare un video, ho deciso di rispondere per iscritto ad alcune di esse, con questo articolo. 😉

Mi scuso in anticipo se non riesco a rispondere a tutte… sono davvero tante. Magari scriverò un altro articolo come questo… vedremo.

 

Ma per ora non perdiamo altro tempo ed iniziamo con le curiosità:

1) Vorrei fare troppe cose, non so scegliere, non so qual è la mia vera strada.

Questo è un tipico problema della mente, che vuole fare tutto, senza però iniziare nulla. Vuole conoscere la propria strada ed il proprio scopo nella vita, senza però fare alcun passo. Il mio consiglio è di scegliere la cosa che in questo momento desideri di più fare… e cominciare da lì.

Se poi scoprirai che non è la tua strada, chiediti di nuovo ciò che desideri in quel momento, e prova un’altra cosa. Dentro Roadmap chiamo questo processo: “sbucciare la cipolla”. E’ indispensabile farlo per trovare la nostra strada nella vita. Non aver paura di fallire. Non aver paura di imboccare la strada sbagliata. Non aver paura di cambiare.

E sopratutto… non pensare neanche per un momento di essere in ritardo.

In ritardo su cosa? non è una gara questa. Ognuno ha le proprie tempistiche ed ognuno ha un percorso unico da seguire. Non ti auto-sabotare con queste paure e pensieri limitanti inutili. Ad esempio, nel mio caso, per arrivare a fare ciò che faccio oggi, ho dovuto provare la strada da Barman, da cameriere, da receptionist, da imprenditore di risorse umane, ecc. ecc.

E tutte queste esperienze sono state dei tasselli fondamentali per portarmi a fare ciò che faccio oggi. E ciò che faccio oggi sarà un tassello fondamentale per il mio futuro. Dobbiamo iniziare ad agire, seguendo il nostro intuito e i nostri desideri… ed allo stesso tempo dobbiamo anche avere fiducia nella vita, convinti del fatto che ci stia portando esattamente dove siamo destinati ad andare.

Buon cammino! 🙂

 

2) Gabry sei vegetariano?

E’ interessante che tu mi faccia questa domanda ora. Perché sono stato vegetariano per quasi 2 anni, da Giugno 2018… fino alla settimana scorsa. Non so per quale motivo, ma qualche giorno fa ho sentito il desiderio di mangiare del pesce e anche un hamburger. E così ho fatto.

Sono diventato vegetariano nel 2018 dopo una cerimonia di Ayahuasca in Sud America, il mio corpo mi ha fatto capire che non era più il momento di mangiare carne, ma di intraprendere un’alimentazione sana e vegetariana… e così ho fatto, senza alcuno sforzo. Ma negli ultimi giorni qualcosa è cambiato. Sarà mica il Coronavirus? 🙈

Ho il massimo rispetto per vegani e vegetariani. E’ meglio per il pianeta essere vegetariani? Si. E’ meglio per gli animali? Certo. E’ meglio per la nostra salute? Probabilmente. Non so che cosa vorrà il mio corpo in futuro… ma rispetterò qualsiasi scelta futura.

Ho smesso di giudicare e ho smesso di giudicarmi…

 

3) Che consigli daresti ad un ragazzo di 22 anni?

Wow, ci sarebbero tanti consigli da darti my friend. Voglio condividere con te due risorse che ho creato, una gratuita ed una a pagamento.

La prima è questo video: https://www.youtube.com/watch?v=v93V0pjAKxs dove condivido 3 cose che farei se avessi 20 anni (o il prima possibile)

Mentre la seconda risorsa che ti consiglio è la mia guida Roadmap, che può aiutare immensamente qualsiasi persona giovane che non sa ancora che direzione prendere nella propria vita. La trovi qui.

 

4) Consigli per essere se stessi?

wow… che domanda. Molto affascinante ma anche paradossale in un certo senso..

Perché è come se un pesce ci chiedesse: “consigli per nuotare?” Essere noi stessi è la nostra natura. L’essere umano è su questa terra per essere se stesso… per esprimere se stesso. Ma è anche vero che siamo cresciuti e continuiamo a vivere in una società malata. Una società che ci ha allontanati molto presto da noi stessi, dalla nostra vera essenza. Di conseguenza, oggi ci troviamo completamente confusi, smarriti, sconnessi e senza riuscire a capire veramente chi siamo.

Dunque, questa curiosità, nel 2020, ha perfettamente senso.

Però dimostra anche quanto la nostra società sia disfunzionale e quanto ci sia da fare un lavoro profondo… strutturale… alle fondamenta. Innanzitutto ti capisco perfettamente, perché per molti anni avevo il desiderio di essere me stesso, senza però sapere come fare. Le maschere che avevo creato erano diventate talmente robuste, che erano diventate la mia identità, senza che neanche me ne rendessi conto.

Se viviamo con delle maschere, è letteralmente impossibile essere noi stessi.

Non mi fraintendere, ancora oggi continuo a lavorare per togliere queste maschere e scoprire, nel profondo, chi sono veramente. D’altronde, 31 anni di condizionamenti della società e di maschere, non si tolgono da un giorno all’altro. E’ un processo graduale e continuo…

Tornando alla tua domanda, come fare praticamente?

Ecco qualche idea che ha aiutato (e sta aiutando me): Terapia, Counseling, Coaching, Breathwork, Leggere, Scrivere, Ritiri di guarigione emotiva e scoperta di sé, Meditazione… In particolar modo, lavorare 1-1 con una persona mi ha aiutato immensamente. Dunque in primis ti consiglierei la terapia, il Coaching o il Counseling.

 

5) Ti è mai capitato di voler abbandonare il tuo stile di vita da nomade digitale?

Si, certo. Negli ultimi anni è gradualmente nato un desiderio di avere una base, di trovare una dimora.
Però questo desiderio non è ancora abbastanza forte da avermi fatto agire. Per ora continuo a preferire i viaggi, anche se non so ancora per quanto. Credo però che lo stile di vita da nomade digitale NON sia sostenibile nel lungo periodo.

E’ troppo estremo. E’ troppe destabilizzante.

Nel mio caso però, non mi pongo questo problema perché nel momento in cui deciderò di fermarmi (tra 3 mesi, 6 mesi o 6 anni), lo potrò fare. Questo credo che sia il vero vantaggio di lavorare online: puoi fare ciò che vuoi. E man mano che ti evolvi e le tue esigenze cambiano, puoi adattare il tuo stile di vita senza troppe difficoltà.

 

6) Quali sono le strategie per tenere sempre una mente positiva? 

E’ quella parola “sempre” a farmi paura. Nel momento in cui ci aspettiamo che qualcosa debba accadere “sempre”, è garantito che verremo delusi e che falliremo. Diciamoci la verità, che cosa è per “sempre”? E di conseguenza, come possiamo pretendere di avere “sempre” una mente positiva?

Sono assolutamente convinto del fatto che possiamo allenare la nostra mente a vedere il positivo… d’altronde la nostra mente è come un muscolo e i livelli di positività ed ottimismo che si possono raggiungere sono straordinari.
Ma… è anche vero che è assolutamente inevitabile avere momenti “no”, avere preoccupazioni, pensieri negativi, paure…

Siamo esseri umani! 🙂

La chiave a mio avviso sta nell’accettarli, nell’essere più “morbidi” e più compassionevoli con noi stessi… anziché giudicarci perché “non siamo in grado di essere sempre positivi”. Per darti un consiglio pratico, la gratitudine è senza dubbio un’arma segreta per passare (velocemente) da pensieri negativi a pensieri positivi. Ne ho parlato in questo video recentemente.

 

7) Durante il lavoro per realizzare il mio sogno ho avuto una delusione. Come rialzarsi? Grazie.

Immagino tu abbia avuto una delusione lavorativa/fallimento?

Se questo è il caso, non ho mai conosciuto una persona nella mia vita che abbia avuto successo, senza prima assaporare il fallimento. Spesso più e più volte. Se siamo consapevoli di questo, allora avremo una relazione diversa con le delusioni lavorative e con i fallimenti.
Per assurdo, inizieremo a cercarli, sapendo che ci stanno avvicinando sempre di più al successo.

Lo so, è un cliché che si ripete spesso nel mondo della crescita personale. E so perfettamente che non è così facile, come a scriverlo su un articolo blog. Ma allo stesso tempo, diciamoci la verità: Che alternative ci sono?  L’unica soluzione che abbiamo è di leccarci le ferite, rialzarci, ed andare avanti…. imparando il più possibile dal fallimento che abbiamo avuto. Questa caduta è garantito che ti renderà una persona molto più forte e saggia.

Una parola sola… AVANTI! 🙂

E se non ce la fai a rialzarti da sola, chiedi aiuto, fatti supportare.

 

8) Come fare a rispondere alle domande che suggerivi nei tuoi video?

Nel corso degli anni ho suggerito taaaante domande, quindi non so esattamente a quali fai riferimento.

Chi sono?

Che cos’è la vita? Che cos’è la morte?

Sono soddisfatto della mia vita?

Sono soddisfatto del mio lavoro?

Che cosa desidero cambiare nella mia vita?

 

Queste sono alcune delle più recenti, negli ultimi 2 video.

Però il mio consiglio generale per rispondere a delle domande personali, esistenziali o di qualsiasi genere, è questo.

  1. Prendi un quaderno.
  2. Una penna.
  3. Scrivi la domanda.
  4. Contempla la risposta. Medita. Rifletti. Pensa.

Fino a quando non esce qualcosa, magari dopo 10 secondi, magari dopo 10 giorni o 10 anni.

Se non sei soddisfatto della risposta, o senti che non sei in grado di andare a fondo da solo… ti consiglio di chiedere supporto ad un terapeuta, Coach, Counselor o qualsiasi professionista che ti possa aiutare a farti le giuste domande… e a trovare le risposte DENTRO DI TE.

Sono assolutamente consapevole della difficoltà di fare introspezione e di fare chiarezza da soli. Non è per nulla facile. Ed è per questo che da più di 10 anni mi faccio supportare da varie figure: Terapeuti, Coach, Consulenti, partecipando a ritiri, ecc. In molti casi non ce l’avrei mai fatta a trovare le risposte con la mia mente.

Come dice Einstein:

Non si può risolvere un problema con la stessa mentalità che l’ha generato.

A proposito di supporto 1-1, in questi giorni ho riaperto il mio servizio di Coaching & Consulenza, offrendo un prezzo scontato. Se lo desideri, puoi prenotare qui: https://gabri.life/coaching/

Non so per quante persone ci sarà disponibilità e per quanto tempo terrò questo prezzo. Quindi se ti interessa avere un supporto da me, cogli questa occasione, potrai usare la chiamata senza fretta, entro i prossimi 3 mesi.

Andiamo avanti…

 

9) Quali sono i posti più riflessivi della Thailandia?

Partendo dal presupposto che la riflessione ed il lavoro interiore lo puoi fare ovunque nel mondo (soprattutto da casa tua) e non devi andare in Thailandia, in India o da qualche altra parte del mondo “più spirituale” per fare queste cose. Spesso sono scuse della nostra mente, per procrastinare ed evitare il dolore di guardarsi dentro.

Detto questo, è vero che ci sono dei posti più inclini alla spiritualità ed al lavoro interiore, quali l’India, la Thailandia, Bali, e così via. In Thailandia, a me piace molto Koh Phangan, Pai e Chiang Mai. A Bali invece ti consiglierei Ubud. Mentre per l’India, io mi sono trovato molto bene a Varkala, a Goa e ad Hampi. Però c’è da dire che il nord dell’India non l’ho ancora visitato… e dicono che ci siano molti posti straordinari per riflettere ed “entrare dentro di sé”.

Spero di averti dato degli spunti utili. Però ripeto, l’Italia può essere il posto perfetto per far tutto questo. A proposito di viaggi, ho fatto un video dove parlo de “il viaggio più importante della tua vita” (che è interiore). Guardalo se ti va. 😉

 

10) Come trovare il proprio maestro?

C’è un detto che dice:

Quando l’allievo è pronto, il maestro appare.

Credo che sia assolutamente vero. Più cerchiamo qualcosa, e più si allontana da noi, sopratutto spiritualmente. Quando invece smettiamo di cercare, ecco che ci arriva! 🙂

Il mio invito per te è di continuare a lavorare su di te, con o senza maestro. Ma allo stesso tempo, rimani estremamente aperta e ricettiva alla vita, agli incontri, ai libri, a tutto ciò che accade nel tuo mondo esterno. Tieni aperto il tuo cuore, così che l’insegnante giusto possa entrare al momento giusto.

In bocca al lupo 🙂

 

11) E’ meglio sfruttare questo periodo (Quarantena Coronavirus) per riposarsi o sfruttarlo al meglio per formarsi e fare altro?

A mio parere, prima di tutto il riposo.

Quando siamo riposati e recuperiamo a pieno le nostre energie, possiamo concentrarci a pieno sui nostri progetti e sulla nostra vita. Dunque il mio invito è di riposarti, dormire bene, prenderti cura di te, coccolarti, ricaricare le batterie. Attenzione però perché c’è una linea molto sottile tra riposarsi e “cazzeggiare”! 😀

Dovrai essere tu bravo a capire quando ti sei riposato abbastanza, per poi iniziare ad usare il tuo tempo al meglio, per pensare alla tua vita, leggere, studiare, creare, formarti, ecc. ecc. Inoltre credo che questa quarantena forzata in Italia, dia la possibilità di fare più cose: Sia di riposarti, che pensare, che formarti, che creare…

Ad esempio… assicurati di dormire bene durante la notte e di far si che il tuo corpo si possa svegliare naturalmente, senza sveglia. E durante la giornata, usa le tue energie per investire su te stesso e fare delle attività utili e costruttive. Sviluppa delle competenze nuove, studia un argomento che ti appassiona, apri un tuo blog, fai networking online… ci sono migliaia di cose costruttive che puoi fare.

Questo è il mio consiglio…. 😛

E qui arriviamo alla domanda delle domande… visto che più di 3 persone me l’hanno fatta.

 

12) Senti mai il bisogno di avere una ragazza?

Non senti l’esigenza e la voglia di stare in compagnia di una persona?


A questa curiosità, la mia risposta è SI. Sono un essere umano, ed ho gli stessi desideri di tutti. 🙂 ovvero di avere una relazione, di avere amici e persone con cui condividere momenti ed esperienze di vita.

rispondo a questa domanda in 2 parti

1- Amici: Grazie a dio ne ho molti. 🙂

Ho numerosi amici in giro per il mondo con cui condivido delle esperienze stupende… e conosco in continuazione nuove persone, anche se non mi piace molto farlo vedere online. Credo di condividere già tanto di me online. 🙂

Inoltre, c’è da dire che sono una persona a cui piace stare molto da solo. Con il passare del tempo, sto capendo sempre di più quanto stia bene con me stesso, in solitudine. Anche se sono in un luogo con degli amici, come mi è capitato recentemente a Goa e in Thailandia, ho comunque bisogno di trascorrere molto tempo (a volte giorni interi) in completa solitudine.

Che dire… questa è la mia natura. 🙂

2- Ragazza/Compagna di vita/Relazioni amorose

In questo momento sono single, e lo sono da diversi anni. Però mi capita di conoscere e frequentare ragazze, in diverse parti del mondo. Negli ultimi anni sta nascendo il desiderio di avere una relazione più profonda. Di incontrare la donna della mia vita, con cui condividere il resto dei miei giorni. Qualche anno fa era più un bisogno, come se avessi un vuoto da colmare, per sentirmi completo.

Ora non è più un bisogno, ma un desiderio, che tra l’altro va e viene. Se deve accadere bene, altrimenti no, a prescindere, sto bene lo stesso. A tal proposito, ho scritto un piccolo post quando ero a Koh Phangan 2 mesi fa… dove parlo proprio di questo.

Si chiama “trovare l’amore” e lo puoi leggere cliccando qui.

Se stai cercando l’amore, credo che questo post ti possa essere utile. 😉

 

Ragazzi.

Ragazzi.

Ragazzi.

Ho risposto solo a 12 curiosità su 70… e credo di aver esaurito le batterie per oggi.

Anche perché nel pomeriggio ho 2 chiamate di Coaching e diverse mail a cui rispondere… dunque devo rimanere fresco. 🙂

Eh si… si lavora anche di Domenica. Soprattutto la Domenica!

Magari risponderò ad altre domande direttamente nelle storie di Instagram…

 

E chissà, magari in questi giorni scriverò un altro articolo come questo, dove risponderò alle domande rimanenti. Sarò in viaggio nei prossimi giorni, dunque nulla di garantito. Per ora ti ringrazio per la tua attenzione, spero che tu possa aver trovato degli spunti interessanti in queste risposte… anche solo uno magari! 🙂

 

Se vuoi leggere le mie guide E-book, le trovi qui:

Freedom Lifestyle : Gira il mondo, lavora ovunque, crea la tua libertà.


Roadmap: 3 passi per scoprire il tuo lavoro ideale e la tua strada nella vita.


Business Digitale: Come creare un tuo business di Coaching & Consulenza online.

 

Se invece vuoi prenotare una Consulenza 1-1 con me ad un prezzo scontato, lo puoi fare cliccando qui: Consulenza 1-1

Se vuoi candidarti a The Bridge, per creare un tuo Business di Coaching & Consulenza, lo puoi fare qui: The Bridge

E se invece vuoi guardarti più di 200 video gratuiti sul mio canale Youtube, li trovi qui: 200+ video Youtube


Io per ora ti mando un abbraccio e ci sentiamo presto,

Gabri